Schede docenti


Valeria Di Clemente
Studio: Ex convento di Santa Teresa, studio di Lingua tedesca e letteratura tedesca
Orari di ricevimento: giovedì 15,30-17,30

Si ricorda che gli studenti non frequentanti sono tenuti a contattare il docente almeno un mese prima dell'esame

 

Discipline A.A. 2016/2017:

Filologia germanica (L12)
Filologia germanica (LM37)
Storia della lingua inglese - modulo antico (LM37)
Storia della lingua tedesca

 

Discipline A.A. 2015/2016:

Filologia germanica (L12)
Filologia germanica (LM37)
Storia della lingua inglese - modulo antico (LM37)
Storia della lingua tedesca - modulo medievale (LM37)

I link per accedere ai testi in programma per il corso di Mediazione linguistica e interculturale L12 a.a. 2015-2016:

- M. Barnes, "A New Introduction to Old Norse. Part I: Grammar": http://www.vsnrweb-publications.org.uk/NION-1.pdf (grammatica di riferimento). Si ricorda che come grammatiche di riferimento possono essere usati anche E.V. Gordon, "An Introduction to Old Norse", oppure Y. Bonnetain, "Breve grammatica dell'islandese antico"

- R. Cleasby, G. Vigfusson, "An Icelandic-English Dictionary": http://www.ling.upenn.edu/~kurisuto/germanic/oi_cleasbyvigfusson_about.html (dizionario di riferimento)

- A. Faulkes (ed.), "A New Introduction to Old Norse. Part II: Reader": http://www.vsnrweb-publications.org.uk/NION%20II-2011.pdf (da leggere solo le pagine xviii-xxii)

- A. Faulkes (ed.), "Snorri Sturluson, Edda. I: Prologue and Gylfaginning": http://www.vsnrweb-publications.org.uk/Edda-1.pdf (da studiare le pagine xi-xxxi)

- sulla vita e l'opera di Snorri Sturluson e la traduzione in italiano della Gylfaginning: 

http://www.bifrost.it/GERMANI/Fonti/EddaSnorri.html

http://www.bifrost.it/GERMANI/Fonti/EddaSnorri-2.html

 

Discipline A.A. 2014/2015:

Filologia germanica (LM37)
Storia della lingua inglese - modulo antico (LM37)
Storia della lingua tedesca - modulo medievale (LM37)


Discipline A.A. 2013/2014:
Filologia germanica (L12)
Filologia germanica (LM37)
Storia della lingua inglese (LM37)

 

Discipline A.A. 2012/2013

Filologia germanica (L12)
Filologia germanica (LM37)
Storia della lingua inglese (LM37)

 

Discipline A.A. 2011/2012

Filologia germanica (SML, SC)

Filologia germanica (LCEE)

 

 

 

Valeria Di Clemente si è laureata in lingue e letterature straniere nel 1999 presso l’università “G. d'Annunzio” di Chieti-Pescara, con lode. Nel 2004 ha conseguito il titolo di dottore di ricerca in Filologia e linguistica germanica presso l’università di Siena-Arezzo. Nel 2005-2007 ha frequentato la Scuola di Specializzazione per l’Insegnamento Secondario “R. Laporta”, sede di Chieti-Pescara, conseguendo l’abilitazione all'insegnamento della lingua e civiltà tedesca. Dal 1 gennaio 2008 al 31 dicembre 2008 e dal 1 gennaio 2009 al 31 dicembre 2009 è stata titolare di un assegno di ricerca dal titolo La lingua e la letteratura medica tedesca tra VIII e XIV secolo presso l’università degli studi “G. d'Annunzio”. Ha insegnato lingua e civiltà tedesca presso vari istituti secondari. Nel maggio 2011 ha ricevuto il premio Scardigli per la monografia Testi medico-farmaceutici tedeschi nell’XI e XII secolo (Alessandria, 2009). Dal 31 dicembre 2011 è ricercatore a tempo determinato di filologia germanica presso la Struttura didattica speciale di lingue e letterature straniere dell’università di Catania con sede a Ragusa, dove è responsabile dei corsi di filologia germanica (L12 e LM37), storia della lingua inglese (modulo antico) e storia della lingua tedesca. Dall'a.a. 2012-2013 è componente del gruppo di lavoro per l'approvazione dei piani di studio presso la Struttura didattica speciale.

Si occupa prevalentemente di letteratura medico-scientifica medievale di area tedesca, di antroponimia e dell'elemento linguistico e culturale di origine germanica nella Scozia del Medioevo.

È componente del gruppo di ricerca nell'ambito del progetto FIR 2014 7AA3F4 "Guerre, conflitti e crisi all'origine di contaminazioni tra culture e lingue: formazione di nuovi "confini" e di nuove espressioni culturali e linguistiche (principal investigator prof.ssa Gigliola Nocera).

È stata co-organizzatrice della prima, della seconda e della terza edizione delle Giornate Iblee della Germanistica.

È socia dell'AIFG (Associazione Italiana di Filologia Germanica).

Il 10 aprile 2015 ha conseguito l'abilitazione scientifica nazionale alle funzioni di professore di seconda fascia per il settore concorsuale 10/M1 Lingue, Letterature e Culture germaniche, SSD L-FIL-LET/15 Filologia germanica.

Principali pubblicazioni

 

Monografie

 

1. Il lessico dello Innsbrucker Arzneibuch e del Prüller Kräuterbuch, tesi di dottorato non pubblicata, università di Siena-Arezzo, 2004, pp. 592 + riproduzioni.

2. Testi medico-farmaceutici tedeschi nell’XI e XII secolo, Alessandria, Edizioni dell’Orso, 2009, pp. XX + 320.

3. L'elemento onomastico e lessicale di origine germanica nella Dichiarazione di Arbroath (1320), Leonforte (En), Euno Edizioni, 2012, pp. 116.

4. La Dichiarazione di Arbroath (1320), Villasanta (MB), Limina Mentis Editrice, 2016, pp. 256 (in corso di stampa).

 

Curatele

 

1. Aspetti della letteratura medica tedesca medievale, a cura di Valeria Di Clemente, Leonforte (EN), Euno Edizioni (in corso di stampa).


Articoli in miscellanee e in rivista

 

1. Contributo allo studio del Prüller Kräuterbuch: l’erbario Cod. Vindob. 1118 ff. 80v-81v, “Itinerari”, II s., n. 1-2, 2003, pp. 71-90.

2. Patologie e medicamenti nello Zürcher Arzneibuch, “Linguistica e filologia” 22, 2006, pp. 19-53 

<http://aisberg.unibg.it/bitstream/10446/130/2/LeF22(2006)DiClemente.pdf>.

3. Il Prüller Kräuterbuch: aspetti paleografici e grafematici del testimone Clm. 536, in: “I Germani e la scrittura”. Atti del XXXIII convegno dell’AIFG, a cura di Elisabetta Fazzini ed Eleonora Cianci, Alessandria, Edizioni Dell’Orso, 2007, pp. 113-125.

4. Osservazioni sugli hapax nei primi ricettari medici alto-tedeschi, in: Atti del VII seminario avanzato in Filologia Germanica “Intorno alla Bibbia Gotica”, a cura di Vittoria Dolcetti Corazza e Renato Gendre, Torino, 18-22 settembre 2006, Alessandria, Edizioni Dell’Orso, 2008, pp. 317-328.

5. La letteratura medico-farmaceutica tedesca nel XII secolo, in: Atti del XXXV convegno AIFG. La letteratura tecnico-scientifica nel Medioevo germanico: ‘Fachliteratur’ e ‘Gebrauchstexte’, Perugia, 4-6 giugno 2008, a cura di Letizia Vezzosi, Alessandria, Edizioni dell’Orso, 2009, pp. 85-94.

6. Latino e tedesco nella letteratura farmaceutica all’inizio del XII secolo: la ricetta per la preparazione della grune salva, “Itinerari” seconda serie, n. 1-2, 2009, pp. 119-136.

7. Appunti sulla tradizione dell’Arzenibuoch Ypocratis: Bamberger Arzneibuch e Zürcher Arzneibuch a confronto, “Quaderni della sezione di glottologia e linguistica del dipartimento di Studi Medievali e Moderni dell’Università ‘G. d’Annunzio’ di Chieti”, n. 19-20, 2007-2008 [2009], pp. 15-38.

8. Personaggi del mito nordico nella poesia islandese contemporanea. The Messenger di Birgitta Jónsdóttir, in: The Character Unbound. Studi per William N. Dodd, Arezzo, Bibliotheca Aretina, 2010, pp. 105-120.

9. Per uno studio delle isole linguistiche cimbre in Italia: introduzione e orientamento bibliografico, in: Il tedesco superiore. Tradizione scritta e varietà parlate, a cura di Elisabetta Fazzini, Alessandria, Edizioni dell’Orso, 2011, pp. 225-255.

10. L’Emmeramer Rezeptar und Kräuterbuch (Clm 14851 ff. 115v-119r), in: Il tedesco superiore. Tradizione scritta e varietà parlate, a cura di Elisabetta Fazzini, Alessandria, Edizioni dell’Orso, 2011, pp. 277-304.

11. Vicende della letteratura medico-prognostica pseudoippocratea nell’Europa medievale: la cosiddetta Capsula Eburnea (Analogium Hippocratis, Liber Veritatis Hippocratis, Secreta Hippocratis, Secreta Democriti) e la sua ricezione in area alto-tedesca (XI/XII-XV sec.), “Itinerari”, II s., n. 2, 2011, pp. 49-74.

12. Nomi femminili nel Ragman Roll (1296), in: ''L'arrivista. Quaderni democratici'', n. II/2, 2012, a cura di Ivan Pozzoni, pp. 78-83.

13. Antroponimia femminile nella Scozia del XIII secolo: la testimonianza del Ragman Roll (1296), "Reti Medievali" 13.2, 2012, pp. 301-331, <http://rivista.retimedievali.it>,

<http://www.rmojs.unina.it/index.php/rm/article/view/377/501> (rivista di classe A per il settore concorsuale 11/A1 Storia medievale).

14. Le figure femminili nel Bruce di John Barbour, "Il guastatore" I.1, 2013, pp. 37-47.

15. Il Verso dello scriba di San Gallo (San Gallo, Stiftsbibliothek, codd. 623 e 166), in: "Il Guastatore", n. I/2, a cura di I. Pozzoni e A. Simeone, Gaeta, deComporre Edizioni, 2014, pp. 71-78.

16. A Note on the Glosses to the Zürcher Arzneibuch, "Linguistica e filologia" 34, 2014, pp. 35-51.

17. Il prologo romanzesco della Capsula eburnea nella tradizione di area germanica, in "Parole e  sconfinamenti. Studi offerti a Nunzio Zago per i suoi sessantacinque anni dai colleghi della Struttura didattica speciale di Lingue e letterature straniere di Ragusa", a cura di M. Sturiale e G. Traina, Leonforte (EN), Euno Edizioni, 2014, pp. 117-130.

18. La ricezione della Capsula eburnea in bassotedesco medio, "Filologia germanica/Germanic philology" 6, 2014, pp. 67-89 (rivista di classe A per il settore concorsuale 10/M1 Lingue, letterature e culture germaniche).

19. People and personal names from the Scandinavian rune stones of the Isle of Man, "Itinerari" n.s., n. 3/2014, pp. 219-245.

20. Emma/Ælfgifu: nome e identità nella testimonianza della Cronaca anglosassone, in: "Dee, regine, profetesse e altre figure femminili nel Medioevo germanico", Atti del XL convegno dell'Associazione Italiana di Filologia Germanica, Cagliari, 29-31 maggio 2013, a cura di M.E. Ruggerini e V. Szoke, Cagliari, CUEC, 2015, pp. 105-128.

21. La medicina nell'Occidente medievale e gli inizi della letteratura medica in volgare in area alto-tedesca, in Aspetti della letteratura medica tedesca medievale, a cura di Valeria Di Clemente, Leonforte (EN), Euno Edizioni (in corso di stampa).

22. Traduzione (e rifunzionalizzazione?) di testi ‘tecnici' in Frühmittelhochdeutsch: il frammento Bamberger Arzneibuch f. 1v, rr. 22(23)-30(31), in Aspetti della letteratura medica tedesca medievale, a cura di Valeria Di Clemente, Leonforte (EN), Euno Edizioni (in corso di stampa).

23. Die frühmittelhochdeutsche fragmentarische Übersetzung des pseudo-galenischen De dynamidiis, "Filologia germanica/Germanic philology" 8, 2016, pp. 101-121, in corso di stampa (rivista di classe A per il settore concorsuale 10/M1 Lingue, letterature e culture germaniche).

 

Recensioni

 

1. Recensione a Tiffany Beechy, The Poetics of Old English, “Medievalia & Humanistica” 37, edited by Paul M. Clogan, 2011, pp. 125-127.

2. Recensione a Elisabeth Okasha, Women's Names in Old English, "Linguistica e filologia" 33, 2013, pp. 81-86.

3. Recensione a Jeremy J. Smith, Older Scots. A Linguistic Reader, "Linguistica e filologia" 36, 2016, pp. 121-125.

 

Relazioni e comunicazioni

 

1. “Il Prüller Kräuterbuch: aspetti paleografici e grafematici del testimone Clm. 536” (comunicazione presentata al XXXIII convegno AIFG “I Germani e la scrittura”, Università “G. d’Annunzio”, 8.6.2006).

2. “Osservazioni sugli hapax legomena nei primi testi medici tedeschi medievali” (comunicazione presentata al VII seminario avanzato in Filologia germanica, Università degli studi di Torino, 21.9.2006).

3. “La letteratura medico-farmaceutica tedesca nel XII secolo” (relazione presentata al XXXV convegno nazionale dell’Associazione Italiana di Filologia Germanica, Università degli studi di Perugia, 4.6.2008).

4. “Emma/Ælfgifu e la Cronaca anglosassone” (relazione presentata al XL convegno nazionale AIFG “Dee, profetesse, regine e altre figure femminili nel Medioevo germanico”, Università degli Studi di Cagliari, 31.5.2013).

5. “þa halgan þe on Angel cynne restað e la Leggenda di santa Mildþrȳþ tra genealogia, storia e agiografia” (relazione presentata al seminario “Agiografia medievale. Testi, forme, ricezione”, Università degli studi di Catania, sede di Ragusa, 23.10.2013).

6. “Traduzione di testi 'tecnici' in Frühmittelhochdeutsch” (conferenza Università degli Studi di Catania, sede di Ragusa, 23.05.2014).

7. "The kingis hart. La figura di James Douglas nel Bruce di John Barbour" (relazione presentata alla giornata di studi "Bi huldi gibu. L'amicizia nel Medioevo germanico", Università 'G. d'Annunzio' di Chieti-Pescara, 21-22.11.2014).

8. "La Scozia tra presente, passato e futuro" (conferenza tenuta presso il Caffè Letterario Le Fate, Ragusa, 26.3.2015).

9. (con la collaborazione di Daniela Ampolo) "Tra contaminazione, invenzione, riscrittura e intersemiosi: il Sigfrido a fumetti de Il Giornalino, 1985" (comunicazione presentata al XLII convegno nazionale AIFG "Riscrittura e attualizzazione dei testi germanici medievali", Università degli Studi di Bergamo, 5.6.2015).

10. "Tendenze e sviluppi dell'antroponimia personale nell'area culturale di lingua tedesca dal Medioevo a oggi" (seminario tenuto presso la SDS di Ragusa nell'ambito delle "Giornate iblee della germanistica", III edizione, 18.6.2015).

11. "Ælfgiue on englisc, Ymma on frencisc: linguistic and other identities in ASC, MS F, 1017" (17th SLIN conference "Labelling English, English Labelled. From the 9th Century to the Late Modern Times", Università degli Studi di Catania, sede di Ragusa, 22.10.2015).

12. "La riscrittura intersemiotica della leggenda nibelungico-volsungica nel Sigfrido a fumetti del Giornalino (1985): aspetti culturali e pedagogici" (relazione presentata alla 2a giornata sulla traduzione "Cattive traduzioni, manipolazioni volontarie, riscritture artistiche", Università degli studi di Catania, sede di Ragusa, 2.12.2015).

13. "Gli usi dell'elemento gnomico nel Bruce di John Barbour" (relazione presentata al XLIII convegno nazionale dell'AIFG, "La tradizione gnomica nelle letterature germaniche medievali", Università degli studi di Milano, 1.6.2016).

14. "I nomi di persona nelle iscrizioni delle pietre runiche scandinave dell'Isola di Man" (seminario tenuto presso la SDS di Ragusa nell'ambito delle "Giornate iblee della Germanistica", IV edizione, 10 novembre 2016).

15. "Interférence linguistique et vocabulaire de spécialité dans les premiers textes médicaux en allemand (XIIe siècle)" (relazione presentata al colloquio Foreign languages for specific purposes in History: From Antiquity to the Future / La langue étrangère de spécialité dans l'histoire: de l'antiquité à notre futur, LAIRDIL - CEMA, IUT A Paul Sabatier, Université Paul Sabatier, Toulouse, 9-10 febbraio 2017).

Torna all'elenco docenti